Nascita del superuomo by THEODORE STURGEON

By THEODORE STURGEON

Show description

By THEODORE STURGEON

Show description

Read Online or Download Nascita del superuomo PDF

Best italian books

Additional resources for Nascita del superuomo

Sample text

Un neonato» disse Janie. » Olo annuì. Janie lo guardò ancora: «È il più sudicio che ho visto». Olo disse: «Be', questo non importa. Dagli qualcosa da mangiare». » «Io non lo so» rispose. » «Siete un ladro di culle» disse Janie. » «Be'» disse Olo con sollievo, «nessuno potrà scoprirlo. C'è un solo uomo che lo sa, ma ho sistemato le cose in modo che se n'è dimenticato: è il padre; la madre è morta, ma lui non sa nemmeno questo. Crede che sia tornata nell'Est e seguita ad aspettarla. » Si strappò di dosso la giacca: le bambine scaldavano troppo l'ambiente.

Un'espressione turbata gli attraversò il viso e scomparve. Alzò di nuovo la testa verso Olo, il quale si sentiva pervadere dalla consapevolezza del proprio ritorno alla fattoria, come il caffè versato su un pezzo di zucchero. » disse Prodd. Le parole erano le stesse di sempre, ma il tono con cui erano espresse ricordava il suo rastrello rotto. Si alzò, raggiante, andò verso Olo, gli colpì amichevolmente un braccio col pugno, ma poi parve dimenticarlo. Il pugno sostò sul braccio, poi ricadde. «Il grano è da falciare» disse Olo.

Olo restò con le spalle appoggiate alla porta e chiuse gli occhi ben stretti per adattarli più rapidamente all'oscurità. Quando li riaprì, le piccole strisce di luce provenienti dalle feritoie e il chiarore del fuoco gli erano sufficienti per vedere ogni angolo della stanza. Le bambine erano scomparse. Assicurò la porta dall'interno, con la sbarra, e lentamente fece il giro della stanza. Nulla. Aprì cautamente la porta, poi la spalancò. Non erano neppure fuori. Si strinse nelle spalle. Si diede una tiratina al labbro inferiore e rimpianse di non avere altre carote.

Download PDF sample

Rated 4.35 of 5 – based on 46 votes