Menti morali. Le origini naturali del bene e del male by Marc D. Hauser

By Marc D. Hauser

E-book by means of Marc D. Hauser

Show description

By Marc D. Hauser

E-book by means of Marc D. Hauser

Show description

Read Online or Download Menti morali. Le origini naturali del bene e del male PDF

Best italian books

Extra resources for Menti morali. Le origini naturali del bene e del male

Example text

Khasianum e dalle foglie di S. laciniatum ed S. 3 Alcune sostanze ad attività antitumorale isolate da piante Pianta PA naturale Per emisintesi Camptotheca acuminata Cephalotaxus spp. Colchicum autumnale Cucurbitaceae spp. Podophyllum spp. Taxus baccata Tabebuia impetiginosa (Lapaco) Vinca rosea (Catharanthus roseus) Camptotecine Cefalotossine Colchicina Curbitacine Podofillotossina Tassolo Lapacolo Vincristina Vinblastina Etoposide Docetaxel 3-allyl-β-lapachone Vindesina Vinorelbina PA, principio attivo Capitolo 1 • Introduzione – il sitosterolo, oltre che dall’olio di semi di soia si può ottenere da altri oli quali l’olio di mais; è un analogo dello stigmasterolo privo di doppio legame nella catena laterale e ciò rende più difficile la sua degradazione che viene effettuata con metodi microbiologici.

Esempi di metabolismo primario sono la degradazione anaerobica ed aerobica del glucosio, la sintesi degli acidi nucleici e delle proteine. Il metabolismo primario o essenziale è abbastanza simile in tutte le forme viventi, dai batteri alle piante all’uomo, e le sostanze che si formano rappresentano i metaboliti primari. I vegetali però sono spesso capaci di sintetizzare una grande varietà di altre sostanze, alcune semplici, altre alquanto complesse da un punto di vista chimico. La biosintesi di tali sostanze, che avviene attraverso vie metaboliche che utilizzano prodotti intermedi del metabolismo primario (Fig.

Viceversa, in zone calde, come in presenza di radiazione intensa, si ha una riduzione del contenuto di piretrine nel piretro di Dalmazia (Chrysanthemum cinerariaefolium). Per quanto riguarda l’altitudine, si osserva che in alta montagna aumentano le sostanze amare nella genziana; così pure aumentano gli steroidi nelle Dioscoree, la solasodina nei frutti di Solanum laciniatum ed i principi attivi della valeriana; diminuiscono invece gli azuleni nelle artemisie (Artemisia absinthium), gli alcaloidi nell’aconito (Aconitum napellus) e nella lobelia (Lobelia inflata) e gli oli essenziali nel timo e nella menta.

Download PDF sample

Rated 4.53 of 5 – based on 24 votes