I demoni del potere by Revelli, Marco

By Revelli, Marco

Dalle fessure che sempre più numerose iniziano a incrinare l. a. superficie levigata dell'ordine formale, sembrano occhieggiare – minacciosi – i riflessi di una sorta di potere impalpabile, invisibile, astratto e impersonale, ma tuttavia feroce.

È stata l''invenzione della città' l. a. grande innovazione che ha avviato los angeles pratica di addomesticamento del potere. Al riparo delle sue mura, nello 'spazio protetto' da cui sono country tenute fuori le forze del caos, è stato possibile cominciare a porre sotto controllo le potenze distruttive con cui si period espressa fino advert allora l. a. natura selvaggia del dominio. E immaginare un modello di ordine a dimensione umana. I due miti fondativi, di Medusa e di Perseo, da un lato, e delle Sirene e di Ulisse, di cui si occupa questo libro, dall'altro, raccontavano appunto questo passaggio dal 'numinoso' (e dal 'mostruoso') all''umano': questa sorta di trasformazione del carattere 'demoniaco' del potere, da entità selvaggia e incontrollata a strumento assoggettato a un qualche progetto 'civile'. Che accadrà ora, nel momento in cui l. a. solidità dei 'luoghi' sembra vacillare e sciogliersi sotto los angeles spinta travolgente dei 'flussi' finanziari, e quelle linee di confine farsi incerte e permeabili, esposte alle minacce dei primordiali 'demoni del potere'?

Show description

By Revelli, Marco

Dalle fessure che sempre più numerose iniziano a incrinare l. a. superficie levigata dell'ordine formale, sembrano occhieggiare – minacciosi – i riflessi di una sorta di potere impalpabile, invisibile, astratto e impersonale, ma tuttavia feroce.

È stata l''invenzione della città' l. a. grande innovazione che ha avviato los angeles pratica di addomesticamento del potere. Al riparo delle sue mura, nello 'spazio protetto' da cui sono country tenute fuori le forze del caos, è stato possibile cominciare a porre sotto controllo le potenze distruttive con cui si period espressa fino advert allora l. a. natura selvaggia del dominio. E immaginare un modello di ordine a dimensione umana. I due miti fondativi, di Medusa e di Perseo, da un lato, e delle Sirene e di Ulisse, di cui si occupa questo libro, dall'altro, raccontavano appunto questo passaggio dal 'numinoso' (e dal 'mostruoso') all''umano': questa sorta di trasformazione del carattere 'demoniaco' del potere, da entità selvaggia e incontrollata a strumento assoggettato a un qualche progetto 'civile'. Che accadrà ora, nel momento in cui l. a. solidità dei 'luoghi' sembra vacillare e sciogliersi sotto los angeles spinta travolgente dei 'flussi' finanziari, e quelle linee di confine farsi incerte e permeabili, esposte alle minacce dei primordiali 'demoni del potere'?

Show description

Read Online or Download I demoni del potere PDF

Similar 90 minutes books

Ironsides English Cavalry 1588 - 1688

Osprey - Warrior - 044 - Ironsides English Cavalry 1588 - 1688 КНИГИ ;ВОЕННАЯ ИСТОРИЯ Издательство: OspreyСерия: Warrior - 044Язык: английский Количество страниц: 68Формат: pdfРазмер: five. 37 Мб ifolder. ru eighty five

String Theory For Dummies (For Dummies (Math & Science))

Learn:The simple ideas of this debatable theoryHow string conception builds on physics conceptsThe varied viewpoints within the fieldString theory's actual implicationsYour plain-English consultant to this complicated medical theoryString thought is likely one of the most complex sciences being explored at the present time.

The End of East

Within the culture of Amy Tan and Jhumpa Lahiri, a relocating portrait of 3 generations of kinfolk dwelling in Vancouver's Chinatown From Knopf Canada's New Face of Fiction program--launching grounds for Yann Martel's lifetime of Pi and Ann-Marie MacDonald's Fall in your Knees--comes this powerfully evocative novel.

Additional info for I demoni del potere

Example text

Nessuno è ancora passato di qui con la sua nera nave, senza aver ascoltato il nostro canto che scorre dalle nostre labbra come il miele! Chi lo ha ascoltato ne ricava piacere e un sapere maggiore di quello che aveva prima. Noi infatti sappiamo tutto ciò che i Greci e i Troiani hanno sofferto, per volere degli dei, intorno a Troia»13. Questa è dunque la promessa irresistibile fatta a Odisseo: il racconto di «tutto ciò che i Greci e i Troiani hanno sofferto intorno a Troia»; il canto delle vicende di un passato non ancora trapassato, che d’altra parte egli conosce perfettamente per averle vissute direttamente da protagonista.

Chi l’indossa, ne è contaminato e contagiato. Simulando perennemente, il potere che si maschera sospetterà, perennemente, la simulazione degli altri. Sarà ossessionato paranoicamente dall’ansia dello smascheramento (dal timore che la propria simulazione sia smascherata, e dal sospetto della simulazione altrui che dev’essere, sempre, «smascherata»). La paranoia, la patologia più affine al Potere, presenta due caratteristiche simmetriche e congiunte: «l’una – scrive Canetti – è definita dissimulazione dagli psichiatri», e non è altro che la simulazione di ciò che non si è con un livello di dettaglio allucinante; «l’altro è un incessante smascheramento di nemici.

E che costituisce l’alfa e l’omega della costruzione dell’ordine interno della civitas. La sovranità non si è estinta, con l’estenuazione dei vecchi contenitori che ne avevano delimitato il campo (e neppure, bisogna ammetterlo, infiacchita o addolcita), ma si è, per così dire, dis-locata. », ma facendoci comunque sapere che esso non dorme, né tantomeno si è estinto; e che, se si deve prendere sul serio l’affermazione di Carl Schmitt secondo cui «Sovrano è chi decide sullo stato d’eccezione», esso incombe, quotidianamente, sulle nostre vite.

Download PDF sample

Rated 4.26 of 5 – based on 31 votes