Elementi di psicologia del linguaggio by S. Aroldi

By S. Aroldi

Show description

By S. Aroldi

Show description

Read Online or Download Elementi di psicologia del linguaggio PDF

Best italian books

Additional resources for Elementi di psicologia del linguaggio

Sample text

C) La specializzazione degli emisferi Fino agli anni sessanta del Novecento la nozione di dominanza emisferica era correntemente accettata dagli studiosi, per poi essere sostituita progressivamente da quella di specializzazione emisferica, secondo cui entrambi gli emisferi prevalgono a turno a seconda della funzione cognitiva. La teoria classica è stata pertanto rivista alla luce delle seguenti considerazioni: — i due emisferi cerebrali sono asimmetrici da un punto di vista strutturale (e non solo funzionale come si riteneva in passato); — i due emisferi sono funzionalmente e strutturalmente differenti ma, per quanto concerne le funzioni superiori, ciò non significa che ci sia una dominanza di un emisfero sull’altro; inoltre, per quel che riguarda I fondamenti biologici del linguaggio e le patologie 49 le attività elementari di senso e di moto, i due emisferi sono oggi considerati equivalenti; — la dominanza manuale non indica con certezza una dominanza emisferica.

Molti autori sostengono che il linguaggio non è solo una funzione corticale. Lieberman ha mostrato casi di lesioni sottocorticali (al talamo o ai gangli della base) che possono portare a sindromi afasiche. L’integrità del funzionamento del sistema linguistico, perciò, può dipendere anche da una complessa rete nervosa sottocorticale, e non solo dal sistema corticale che connette le aree di Wernicke e Broca come tradizionalmente si ritiene. Sempre secondo Lieberman, i sistemi complessi sono regolati da «sistemi neurali funzionali», cioè reti di circuiti neurali che lavorano insieme e coinvolgono diverse strutture distribuite nel cervello.

Evidente come il relativismo linguistico sia implicito nella teoria dello strutturalismo. In questo paradigma teorico infatti la categorizzazione può avvenire solo seguendo le distinzioni semantiche che una lingua opera arbitrariamente sul continuo dell’esperienza. ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ ○ Che cos’è la categorizzazione? , trasformando il continuo dell’esperienza in una serie di entità mentali discrete. Queste sono strutture conoscitive o insiemi significativi, organizzati e relativamente stabili, di aspetti della nostra esperienza, che ci servono in primo luogo ad ordinare l’esperienza stessa, a memorizzare e riconoscere (spesso anche, ma non necessariamente, attraverso nomi) i dati che si presentano o ripresentano.

Download PDF sample

Rated 4.32 of 5 – based on 16 votes